Barbiere e bar biere 2 espressioni che rappresentano concetti diversi

Ultimi articoli
Newsletter

lessico e lessicografia

Barbiere e bar biere 2 espressioni
che rappresentano concetti diversi

Italianissima la prima tipicamente tedesca la seconda, una assonanza

di Aldo Carpineti

Classica birra nostrana
Classica birra nostrana

C'è una e finale in più ma si può giustificare... in tedesco birra si dice bier e non biere. La e finale evidentemente è ad abundantiam, una concessione al pleonastico ed all'eccessivo.

Eppure dal punto di vista estetico va rispettata. Il concludere una parola (peggio, una frase) con una r risulta sgradevolmente interruttivo, eccessivamente perentorio, definitivamente arrotolato. 

La e in conlusione, invece, rende il distacco dalla frase o dal sostantivo decisamente più prolungato, anzi lentamente prolungato, tanto da lasciare un senso di indefinito e di continuatorio nel termpo. 

Venendo alla sostanza, il primo sostantivo ha significato chiaro. Barbiere è quello che ti taglia i capelli. Bar bier oppure Bar biere (preferibile) indica il locale di mescita e ristoro che ti serve esclusivamente o prevalentemente birra.

Nota è l'abitudine della lingua tedesca ad usare parole composite. Anche più di quella belga e fiamminga ad usare cognomi di tal fatta nella vasta categoria dei velocisti del ciclismo. Esempi se ne potrebbero fare a iosa. I più noti sono Van Steembergen, Van Looy fra gli apparteneti agli anni '50 e '60, Van de Kerkove (addirittura triplice lo sviluppo in successione) Van der Vleuten... ciclisti di epoche più tarde ad anche di fama meno eclatante. Van Aert fra tutti per i contemporanei

Ma torniamo alla nostra birra, dimenticarla proprio ora sarebbe un peccato. Il parallelismo tra la bionda tedesca e quella belga ha esiti di sostanziale equità. Come dire che una ottima birra tedesca equivale, dal punto di vista qualitativo ad una ottima birra che sia prodotta a Bruxelles o a Gand o a Bruges. In realtà questa può essere un'affermazione azzardata. Vero che nella media delle birre dell'una o dell'altra nazionalità c'è una certa aquivalenza. Ma nelle eccellenze, fra tutte le birre di usuale consumo, trovo che la belga Stella Artois rappresenti il meglio. Un equilibrio sicuro tra la leggerezza e l'intensità, la delicatezza ed il gusto. Stella Artois for ever dunque e non soltanto perché ci farà raggiungere i 100 anni.

Venerdì 18 novembre 2022

© Riproduzione riservata

17 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: