Vittorio Sgarbi ieri a Torre del Lago per salvaguardare l'arte locale e per restauri

Ultimi articoli
Newsletter

politica nazionale attiva nelle nostre zone

Vittorio Sgarbi ieri a Torre del Lago per
salvaguardare l'arte locale e per restauri

Il Sottosegretario alla Cultura in sopralluogo riferirà a Sovrintendenza

di Aldo Carpineti

La statua di Puccini a Torre del Lago
La statua di Puccini a Torre del Lago

Personaggio fra i più in vista nel mondo della Cultura ed in quello della Politica ieri in visita al Belvedere affacciato sul lago e alle vie del centro. Finalità dichiarata la tutela del patrimonio artistico locale legato al fatto paesaggistico ed alla memoria del maestro Giacomo Puccini che, come noto, ebbe qui i suoi natali.

Molo di Torre del Lago Puccini
Molo di Torre del Lago Puccini

Particolare attenzione Sgarbi ha dedicato ai colonnini del Lungolago nei suoi collegamenti con il Museo Giacomo Puccini che presentano aspetti decorativi pregevoli ma versano in cattivo stato di conservazione. L'intervento auspicato da Sgarbi - e di cui si è detto immediato portavoce presso la Sovrintendenza dei beni culturali - tende alla massima conservazione di ciò che delle strutture artistiche è tuttora in esistenza per realizzare restauri in rispetto ed armonia con esse. Un principio di carattere generale nella materia del Restauro che qui il sottosegretario applica puntualmente. 

La valorizzazione di Torre del Lago importa aperture a frequentazioni turistiche ed a visite culturali quali l'insieme delle realtà qui presenti merita: è evidente come le bellezze e suggestioni del paesaggio, talvolta addirittura struggenti, possano trovare immediati collegamenti con la cultura pucciniana che il Museo testimonia in qualità ed estensione di motivi, la musica ed i suoi appuntamenti annuali ed episodici all'Arena, le prossimità col capoluogo Viareggio (di cui Torre del Lago è frazione), la Riserva Naturale della Lecciona, le tradizioni balneari e carnevalesche che non sono soltanto eventi con frequenza annuale ma informano la cultura del luogo attraverso istituzioni dedicate come il Museo di Arte Contemporanea e la Villa Argentina (sedi non lontane l'una dall'altra, rispettivamente in piazza Mazzini e via Amerigo Vespucci angolo via Fratti). 

Immagine consueta a Viareggio
Immagine consueta a Viareggio

Senza contare gli aspetti classici della vita di Viareggio legata al bel mondo nazionale e internazionale, a quelli industriali della Cantieristica Navale presente con diverse aziende in via Coppino e in generale in zona Darsena e luoghi limitrofi a Canale Burlamacca. Quelli dell'entroterra che confina con Alpi Apuane ed industria del Marmo. Contrassegnata da un paesaggio ondulato dalle caratteristiche inimitabili nel quale si incastonano a mo di perle ville e palazzine anche di antica edificazione, ecosistemi collegati a presenze agricole di pregevole contenuto, presenze storiche che sono testimonianze dei fatti e soprattutto dei lutti collettivi legati alla Seconda Guerra Mondiale. 

Un mondo infinito. Partire da Torre del Lago è ottimo incipit per Vittorio Sgarbi che nella località pucciniana già trova motivi straordinari di applicazione delle proprie finalità, con auspicabile e suggerita prosecuzione nelle zone immediatamente adiacenti che hanno altre grandi ragioni di attenzione. E siamo fiduciosi altresì riguardo alla effettiva efficacia artistico-imprenditoriale nella concreta realizzazione di interventi. L'inizio è già una promessa grande.

(cliccare sulle foto per ingrandirle)

Mercoledì 23 novembre 2022

© Riproduzione riservata

30 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: