Comix, appuntamento in mezza passeggiata venerdì 28 ottobre con la Libreria dei ragazzi

Ultimi articoli
Newsletter

l'umorismo più intrigante e sottile è a viareggio

Comix, appuntamento in mezza passeggiata
venerdì 28 ottobre con la Libreria dei ragazzi

Quanto si vede a Lucca roba da principianti. Viareggio supera a sinistra

di Aldo Carpineti

Comix a Viareggio
Comix a Viareggio

Non è soltanto l'avvenimento viareggino previsto nel pomeriggio di venerdì 28 ottobre. Evento con i fiocchi, certamente. Ma quel che sorprende è la grande, smisurata partecipazione di pubblico. Si direbbe davvero la totalità. Anche anticipatamente, per quanto se ne parla e ci si attende.

I tavolini esterni al locale
I tavolini esterni al locale

L'Organizzazione ha preparato l'avvenimento nel dettaglio. Non è dubitabile il maggiore successo. E i ragazzi della Libreria Lungomare il successo se lo meritano proprio. Intanto perché sono di una simpatia senza pari... e poi per la loro raffinata professionalità. Dimostrata sia fra i libri sia fra i bicchierozzi mezzi pieni e gli altri mezzi anche.

Un'ironia sottile ed intelligente che interpreta la quotidianità viareggina, versiliese, italica, internazionale, universale. Senza tralasciare il risvolto colto. Il richiamo al titolo dell'ultimo best seller, quello alla marca migliore di spremuta d'arancia, il velato ammiccamento alla libido freudiana. 

Questi sono loro. Non mancheranno di stupirvi. Loro fanno professione di umiltà, perché sono saggi e non si sono montati la testa. Con i piedi per terra, come si conviene, affrontano questa loro prima sfida con un pubblico attento, preparato ed esigente. 

Ho cercato qualche anticipazione, qualche informazione circa il genere di comix che verrà proposto. Mi hanno risposto che si tratterà di una fumettistica giapponese, moderna. Ma non c'è da farci troppo affidamento. Il loro gusto per la burla potrebbe portarci lontano... E lontano credo che si arriverà, sull'onda di una popolarità che non potrà mancare. I professionisti del marketing scientifico sostengono che oggi è dote indispensabile il saper surfare. Può darsi sia così, credo però che tanto sulla tavola come sulla canoa, sulla vela o sul pattino che sta dietro l'angolo, ormeggiato al molo, i ragazzi se la sappiano cavare in ogni modo. Molto meglio dei professionisti del marketing scientifico. 

Auguro a loro di passare dal pattino allo yottino in breve spazio di tempo. Senza esagerare e senza dare nell'occhio. L'invidia è una brutta bestia.

Mercoledì 26 ottobre 2022

© Riproduzione riservata

41 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: